02 – L’APERITIVO

…Lui tornava ad abbassare gli occhi e aveva un fremito nel respiro, come se l’emozione che fino a quel momento aveva in gola d’improvviso si spostasse giù a gonfiargli il cazzo. Mi piaceva da morire pensare che si sentisse così, emozionato dalla gola al cazzo… […]

Il diario intero si trova qui:

  

2 pensieri riguardo “02 – L’APERITIVO

  1. leggo e rileggo ripassando ogni gesto, ogni dettaglio. come se ci fosse qualcosa che è lì, sotto gli occhi, ma che non riesco a vedere.
    una danza che parte dalle tue unghie rosse sul vetro, che rimbalza dai tuoi occhi ai suoi, al tuo labbro e giù giù fino al centro del suo volerti.
    e poi da capo, una gif animata che si ripete e si ripete lasciando il tempo sospeso, un cerchio perfetto con un suo equilibrio fatto di distanze, di differenze, di dislivelli e di cortocircuiti.
    ad ogni ripartenza il Campari torna freddo, poi si scalda un poco, e ad ogni giro lui si illude per un attimo di poterti fissare, ma dura solo lo spazio di un fotogramma. poi, il tuffo dagli occhi al Campari. Rosso. Freddo. Brillante.
    E ricominciavi.

    "Mi piace"

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...